A giudicare dai risultati registrati, abbiamo archiviato una delle più insidiose prove di tutto il concorso. Pochi gli strike e molte le risposte non corrette pervenuteci. Non c’è dubbio che l’eliminazione dei suggerimenti abbia reso la competizione molto più dura, ma è altrettanto noto che quando il gioco si fa duro …

Con il titolo della classifica Lady già assegnato, continua la caccia a Marco Frontoni (Golf Club Parco dè Medici), leader della classifica Uomini e secondo nella classifica assoluta. A sole tre prove dalla conclusione del concorso, alcuni inseguitori possono ancora sperare nel sorpasso.

La domanda killer della settimana trattava di una palla “persa in buca“. La situazione descriveva una giocatrice che, non trovando la sua palla tirata dall’area di partenza, decideva di giocarne una seconda. Nell’imbucare la seconda palla scopriva, però, che la palla che aveva giudicato persa, in verità, era stata imbucata con il primo colpo. Come gestire una tale situazione ci viene illustrato dal nostro fido Carlo Santini, arbitro federale e responsabile del sito www.quizgolf.it: “La corretta soluzione del quesito deve partire dal concetto basilare espresso nella regola 6.5 ove, in sintesi, si afferma che il giocatore ha completato la buca nel momento in cui ha imbucato. Seppure inconsapevolmente, la giocatrice, imbucando con il suo primo colpo dall’area di partenza, ha completato la buca. Tutto quello che accade dopo tale momento diviene ininfluente ai fini del risultato. Alla giocatrice, quindi, non restava che segnare uno sul suo score ed offrire da bere a tutto il circolo per la sua hole in one, come si conviene per altra fondamentale regola di etichetta, seppure non codificata nel libro delle regole“.

Di seguito pubblichiamo le soluzioni dell’ultima prova:

La palla di Gianni si ferma nel rough, vicino al fairway, in una posizione in cui ha interferenza con un tombino metallico. Gianni droppa la palla per la regola dell’ostruzione inamovibile entro un bastone, ma cosi facendo si trova a droppare nel fairway. Gianni droppa e la palla rimane nel fairway dentro l’area in cui ovviare, quindi esegue il colpo
Risposta corretta: Non c’è penalità
In una gara stroke play Filippo, con l’intenzione di farsi sentire da Mario, dichiara di aver giocato il ferro 7 mentre ha effettivamente giocato un ferro 5. Mario deve giocare circa dalla sua stessa posizione.
Risposta corretta: Filippo incorre nella penalità generale di due colpi
Serena non trova la sua palla tirata dall’area di partenza e decide di giocarne una seconda. Quando imbuca la seconda palla scopre che la prima era stata imbucata con il primo colpo.
Risposta corretta: Serena ha chiuso la buca con il primo colpo
In una gara stroke-play Federica tira dalla partenza della buca 2 ma la palla colpisce un albero e torna nell’area di partenza. Federica allora, senza cambiare la posizione della palla e senza marcarla, la ruota leggermente per allineare una scritta con la direzione voluta, quindi esegue il secondo colpo
Risposta corretta: Non c’è penalità
Filippo, guardando il volo della palla ritiene sia diventata inservibile al gioco, ma non può accertarsene in quanto la palla è coperta di fango. La palla però giace in un terreno in riparazione (TR), Filippo la alza e la pulisce e quindi determina che la palla è inservibile al gioco. Quindi la sostituisce e droppa per il TR
Risposta corretta: Non c’è penalità
 

1 commento

  1. Domanda 2. Perchè 2 colpi di penalità, non è un consiglio ma una dichiarazione che, anche se falsa, non può considerarsi consiglio.

Rispondi a LUIGI AGGOGERI Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment